CONGRESSO NAZIONALE DI GENOVA. IL PRESIDENTE NAZIONALE ELETTO, ENRICO MORI, PRESENTA LA SQUADRA

giu 21st, 2018 | By | Category: Apertura
La nuova squadra

La nuova squadra

Ringrazio tutti coloro che hanno riposto in me tanta fiducia e spero di meritarla, di certo, il mio impegno sarà massimo e rifacendomi al Primo Libro dei Re voglio ricordare che Salomone chiese a Dio per sé non molti giorni, né la ricchezza, né la vita dei suoi nemici, ma “un cuore docile”; ecco io chiedo di sapere ascoltare quanto ogni serrano vorrà esprimere.

Quando a Roma, durante la riunione della Commissione Nomine, mi è stato chiesto di uscire dalla stanza, ho capito che sarebbe successo qualcosa a cui avevo pensato ma che francamente e, lo dico senza falsa modestia, non credevo si potesse realizzare. Mi si chiedeva di accettare la carica di Presidente Eletto del Serra International Italia, ne avevo parlato della possibilità con Patrizia, la mia splendida moglie, con cui condivido tutto, ed avuto il suo appoggio, ho accettato.

Sono onorato per tutto questo, ma in cuor mio, anche un po’ preoccupato per tutto quello che in questi due anni dovremo, io e la mia squadra, affrontare.

Lo Spirito Santo ci ha affidato un “carisma”, facciamone buon uso di ciò, mettendoci al servizio dei nostri parroci e dei giovani seminaristi che sono in cammino verso la vita consacrata.

Ma che cosa vuole dire essere serrani? Il significato di essere ”serrani” è riconoscere e rispondere alla chiamata di Dio, essere annunciatori e portatori, non solo con le parole, ma anche con le azioni, di una cultura della vita intesa come vocazione al servizio; per questo è di fondamentale importanza dimostrarlo, con coraggio, ogni giorno nella società in cui viviamo e operiamo.

Il valore e il perché di una vocazione, il senso che essa ha nella società, il contributo che un serrano può portare affinché questa si manifesti, cresca, si sviluppi, con dignità e con serietà. Il capire che ognuno se è convinto di lavorare per le vocazioni, nel suo piccolo, è una forza trainante per raggiungere quanto ci siamo prefissati; per questo è importante prendere l’esempio del nostro Santo Junipero che andava ripetendo “Sempre avanti con allegria” senza farsi abbattere dalle circostanze e dalle avversità.

Per nascere bastano nove mesi, ma per vivere non è sufficiente a volte neppure una vita intera. Così come per dire “io sono un cristiano” ci vuole un’intera esistenza ed una esperienza di fallimenti continui, di tentativi, di desideri e di passioni; ugualmente per dire “io sono un serrano” ci vuole la fedeltà al passo dopo passo: la linea dell’orizzonte, di adesione ma anche culturale, che si sposta sempre più in là man mano che avanziamo nei nostri anni.

“Chi ama il Serra resta”, queste le parole di Ugo La Cava, un amico sincero, sempre disponibile, persona da prendere da esempio, mancato un anno fa, ma sempre presente nei nostri cuori.

Ma ora ho l’onore di presentare la “squadra” che in questi due anni sarà fondamentale per il lavoro da svolgere.

V.P. Programmi                             Flavio Fontana

V.P. Estensioni                              Gianni Fiocchi

V.P. Vocazioni                               Paola Poli

V.P. Comunicazioni                       Giuliano Faralli

Comm. Statuti e Regolamenti        Paolo Belmonte

Comm. Interrelazionali                   Filly Franchino

Comm. Lungo termine                   Grazia Buggiani

Comm. Congressi e Convention   Gianni Sapia

Comm. Estensioni e rapporti con Club Centro/Est Europa   Marco Crovara

Collegamento Consulente Episcopale  Maria Luisa Coppola

Concorso scolastico                       Daniela Musumeci

Il mio ringraziamento va a voi che avete accettato con entusiasmo di fare parte di questo “progetto”, di questa “sfida” da affrontare e da vincere.

Maria, Madre delle Vocazioni e San Junipero Serra, pregate per noi.

Tags: , , , , , , , , , , , , , ,

Comments are closed.